Goodwill Asset Management servizi di tutela del patrimonio su conto corrente in Svizzera

Pil, siamo 27° su 28 Che c’è da festeggiare?

Matteo Renzi si è già autocelebrato, dicendo “l’Italia è la locomotiva di Europa”. Ma lui fa il politico ed è in campagna elettorale, periodo in cui la propaganda abbonda e la si spara grossa per contratto. Stupisce invece che i grandi giornali italiani gli abbiano dato benzina gratis per quel fuoco propagandistico, celebrando fuori misura il dato del Pil italiano nel terzo trimestre 2016. Per il Corriere è “il rimbalzo della crescita”. Per Il Sole 24 ore è addirittura il titolo di apertura della prima pagina: “Pil in risalita”. Repubblica apre così solo l’economia, ma gonfia il petto: “L’Italia cresce più della Germania”. Che è accaduto? Che il Pil italiano nel terzo trimestre- quello meno importante e più povero di tutti perché i paesi si fermano per le vacanze estive- ha registrato un aumento dello 0,3%. Che è in effetti inferiore a quello della Germania (+0,2%). Ma la notizia era l’esatto contrario: non il boom dell’Italia, ma la frenata tedesca che andava indagata. Perché il dato italiano è il 20° risultato in classifica su 28 paesi europei. Ed è la metà di quello fatto registrare da Spagna, Portogallo, Bulgaria, Grecia, Austria, Gran Bretagna e tanti altri. Su base annua ancora peggio: l’Italia cresce dello 0,9%, molto meno della media dell’area dell’euro (+1,6%), della Germania (+1,7%) e della media dell’Europa a 28. Il dato italiano infatti è il 27° su 28 paesi. E l’unico che sta alle spalle dell’Italia- la Lettonia- nell’ultimo trimestre ha fatto meglio dell’Italia: +0,5% contro +0,3%. Se dovesse ripetersi il risultato anche nel quarto trimestre, allora l’Italia più che locomotiva diventerebbe il fanalino di coda dell’Europa: che c’è da festeggiare?

7 commenti

  1. che figo…sei regista…autore…giornalista….e ti presenti da solo….aggiungo ..ti seguiro'…perché ascolto sempre i capitani coraggiosi….tu lo sei….grazie

  2. Giornalista libero….esempio per chi crede nelle verità….grazie

  3. la prossima volta speriamo che sia negativo cosi sarai ancora più contento,

  4. Infatti, quello che festeggiano lo sanno solo loro. Tutta propaganda, oramai sono pochi i giornalisti seri!!! Bravo Bechis.

  5. Mi sembra di ricordare altri tipi di propaganda. Quelle di vari regimi passati, da da destra a sinistra, nazionali e non.

  6. Grazie Bechis.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: